Questo sito fa utilizzo di cookies. Proseguendo la navigazione ne accetto l'utilizzo.

Cosa fare prima della visita o del trattamento

Come prepararmi al meglio per un trattamento di Medicina Estetica?+

Per ottimizzare i risultati e diminuire i rischi, si consiglia di seguire poche e semplici indicazioni.

Evitare lunghe esposizioni solari prima dei trattamenti e di preparare adeguatamente la pelle come consigliato dalla nostra dermatologa e dalla beauty therapist.

Non assumere nei 5 giorni prima dei trattamenti farmaci anticoagulanti che possono aumentare molto la possibilità di lividi ( Acido Acetilsalicilico, Aspirina, Vivin C, etc), se si è in trattamento cronico con suddetti farmaci contattateci e vi verrà indicato come comportarsi.

Evitare alcolici e diminuire il fumo il più possibile nei 3-4 giorni precedenti il trattamento, idratarsi correttamente.

Come avviene la prima visita? Come devo prepararmi?+

L’approccio migliore è quello di totale fiducia ed apertura durante la prima visita. Tutto il team di Studio Borbon è aperto ad ascoltarvi per poter consigliarvi al meglio. Nonostante le tante richieste prendiamo sempre tempo per una prima visita accurata. Raccontateci le vostre aspettative o dubbi, portate con voi la documentazione medica che può essere utile (filler fatti in passato, documentazione protesi seno etc).

La prima visita ha un costo?+

Si, la prima visita costa 150€ ha una durata di 40-60 minuti e si toccano tutti gli argomenti che un nuovo paziente porta all’attenzione, viene raccolta un'attenta anamnesi e si apre una cartella dedicata. In quella sede possono essere raccolte le informazioni adeguate per potervi fornire un preventivo per un intervento o un trattamento. Non pensiamo sia serio dare prezzi senza aver visitato un paziente. La prima visita di Medicina Estetica è gratuita nel caso in cui si effettui un trattamento nella stessa seduta.

Avete un listino prezzi?+

No, pensiamo che per ogni paziente vadano valutati con attenzione i trattamenti che meglio si addicono alle sue aspettative e bisogni e, solo alla luce di un colloquio con lo specialista, vada fatto un preventivo preciso.

Siamo contro i listini e i menu della medicina e chirurgia estetica.

Esistono prezzi di partenza (iniettabili, filler e botox da 400€) ma non eseguiamo preventivi senza prima una visita di valutazione seria ed accurata.

Cosa fare dopo un trattamento di Medicina Estetica+

Evitare intense fonti di calore (sauna, bagno turco, etc.)

Evitare intensi sforzi fisici nei 2/4 giorni successivi al trattamento (SI corsetta o camminata veloce NO due ore di cross-fit)

Applicare secondo le modalità che vi sono state spiegate le creme e la terapia ove prescritta.

Botulino

Che cos'è il botulino?+

Il botulino è un farmaco neuromodulatore che rilassa selettivamente le fibre muscolari distendendo la pelle e le rughe. Studio Borbon applica un metodo messo a punto in anni di esperienza per rilassare e mantenere intatta l'espressività, dando un aspetto fresco e riposato al volto.

Che differenza c’è tra filler e botulino?+

Si può semplificare l’ampio discorso sui filler dicendo che riempiono meccanicamente rughe o perdite di sostanza del volto mediante l’iniezione di un riempitivo.

Il botulino invece non riempie le rughe, non è un volumizzante ma un rilassante muscolare che distende i muscoli del volto e, di conseguenza, le rughe della cute sovrastante.

Il botulino è sicuro? Non è tossico?+


Il botulino è un farmaco assolutamente sicuro, non è tossico e non entra in circolo essendo un principio attivo ad azione locale. In letteratura medica sono documentate milioni di procedure nei più svariati campi della Medicina ed è una sostanza molto ben conosciuta e sicura. Qui a Studio Borbon usiamo solo materiali doppiamente certificati FDA e CE.

È importante pretendere solo materiali di alto livello e qualità, monouso e sterili. Diffidare della medicina low cost.

Paralizza l’espressione facciale?+

Assolutamente NO. Il botulino è un farmaco neuromodulatore che rilassa selettivamente le fibre muscolari distendendo le rughe. Usiamo attentamente i protocolli messi a punto dal Dr. Borbon che garantiscono a tutti un risultato naturale, rilassato, NON immobile.

Mi può fare due punturine solo in mezzo agli occhi?+

No. Spesso viene fatta questa domanda. Il botox rilassa un complesso di muscoli che agiscono insieme (agonisti) creando a seconda della loro contrazione coordinate le espressioni facciali. Per questo vanno trattati tutti insieme per avere un effetto naturale. Le famose due punturine in mezzo agli occhi indebolisco solo certi muscoli potenziandone altri e creando effetti non armonici e delle "strane" mimiche facciali .

Possono venirmi le sopracciglia arcuate e "l'espressione cattiva"?+

NON DEVE SUCCEDERE. Quello è il famoso BOTOX FATTO MALE. le sopracciglia devono rimanere mobili e alla stessa altezza. Il Dr. Borbon ha messo a punto una tecnica per liftare la coda del sopracciglio con un effetto naturale e di apertura leggera dell occhio. Ma la famosa “espressione cattiva” è da escludere ed evitare.

Quante volte va fatto all'anno?+

Dipende da come si vuole mantenere l’effetto, se più o meno disteso. Diciamo che in media i nostri pazienti lo fanno due volte l’anno.

Che accorgimenti devo avere dopo l’iniezione per evitare rischi e massimizzare effetti?+

Non massaggiare la zona trattata (NO pulizia del viso, massaggi facciali etc), evitare di comprimere troppo la fronte (NO casco della moto, fasce molto strette…)

Il calore disattiva il botox, NO lampade UVA (che non andrebbero mai fatte) sauna, sole diretto etc.

ll tutto per 3-4 giorni. Poi vita normale.

Il botulino ha altri impieghi oltre che per distendere le rughe del volto?+

L’indicazione più comune del botulino e la distensione delle rughe, sopratutto del terzo superiore del volto (fronte, corrugazione, contorno occhi), ma c`è molto di più.

A Studio Borbon abbiamo una grande conoscenza della sostanza e dei suoi impieghi più vari. il botulino viene usato per diminuire il bruxismo, viene usato per contrastare l’iperidrosi palmare delle mani, piedi, della fronte e delle ascelle, o come biorivitalizzante e liftante leggero nel collo e nel volto. 

Fillers

Che cos’è un filler?+

Un filler è un riempitivo, ovvero una sostanza che viene iniettata sottocute o nel derma per riempire una perdita di sostanza che può essere dovuta al processo di invecchiamento o ad altre cause (forti dimagrimenti, malattie del sottocutaneo etc).

Il filler di più largo impiego è l’Acido Ialuronico ma non è l’unico

Che cos’è l’acido ialuronico?+

L’acido ialuronico è un composto di sintesi naturalmente presente nel nostro organismo (pelle, cartilagini, connettivi). Esistono in commercio vari tipi di ialuronico ognuno con delle caratteristiche fisiche diverse che meglio si adattano alle diverse zone da trattare. Qui a Studio Borbon usiamo un’ampia gamma di fillers a seconda delle necessità e delle caratteristiche del singolo paziente per ridisegnare in modo più naturale le differenti parti del volto e del corpo.

E` vero che l’acido ialuronico gonfia?+

ATTENZIONE! L'acido ialuronico può dare un "effetto gonfio" se iniettato male e nelle zone sbagliate.

Lo ialuronico è un composto che ha proprietà igroscopiche spiccate, significa che attira ed assorbe acqua dai tessuti proiettando la zona trattata.

Se iniettato da mani inesperte o nelle zone sbagliate può dare risultati disatrosi. Iniettato con conoscienza, esperienza e senso estetico è un ottimo filler e il più usato al mondo.

Lo ialuronico non è l’unica sostanza usata come filler ma uno dei fillers. Viene usato in quelle zone che devono essere proiettate, ovvero che necessitano di volumizzazione e di proiezione come: labbra, parte statica degli zigomi ma MAI nelle zone dinamiche (zona anteriore e latero-nasale del volto) cioè quelle zone che si muovono quando facciamo espressioni, altrimenti viene la famosa “espressione da criceto” come dicono alcune mie pazienti (parlando dei risultati di altri…)

Che altri tipi di fillers esistono?+

Esistono ormai molte valide alternative. Il Radiesse (di cui Studio Borbon è un centro di eccellenza e il Dr Borbon istruttore nonché uno dei massimi esperti internazionali) il proprio grasso (lipofilling), sostanze che stimolano la produzione di collagene e quindi l’auto-riempimento.

Che differenza c’è tra Ialuronico e Radiesse?+

L’acido ialuronico, in diverse declinazioni, è il componente più comune dei filler e sicuramente il più utilizzato.

Il Radiesse è sempre un filler ma con un diverso componente che fa da principio attivo: l’idrossiapatite di calcio, che oltre ad essere un filler è anche un forte stimolante dell’auto-produzione di collagene. il Radiesse si può definire un filler avanzato.

L’acido ialuronico, ampiamente e spesso impropiamente usato, è un filler che serve a volumizzare e proiettare. Richiama molta acqua e tende a gonfiare. Va bene per quelle zone che necessitano di proiezione (labbra, poco sugli zigomi, etc) non ovunque!

Il radiesse invece non richiama acqua non gonfia ma distende, ottimo per quelle zone che non necessitano di volumizzazione (guance, linea mandibolare, tempie, etc)

Radiesse®

Che cos'è il RADIESSE?+

Il Radiesse è un filler di ultima generazione.

Non richiamando acqua il Radiesse non gonfia come altri filler ma distende i tessuti. 

Il Radiesse contiene al suo interno un principio attivo, l’idrossiapatite di calcio, potente stimolante del collagene. Il grande successo di Radiesse negli Stati Uniti, in aumento anche in Europa, è dato dall'innovativa composizione del filler che gli conferisce proprietà liftanti, riempitive e biorivitalizzanti superiori a gli altri filler in commercio.

Triplo risultato rigenerativo per il Radiesse: filler, lift e biorivitalizzazione.

Il Radiesse è sicuro?+

Assolutamente si. Il Radiesse è uno dei pochi fillers che ha doppia approvazione dal severissimo dipartimento farmacologico americano (FDA) e dalla CE.

Deve essere iniettato solo da operatori esperti e che hanno seguito training specifici.

Il Dr. Borbon è stato uno dei pionieri nell'uso di Radiesse ed è istruttore di iniezione avanzata con Radiesse

In quali zone si inietta il Radiesse?+

Il Radiesse è un ottimo filler per quelle zone che necessitano di distensione senza eccessivo riempimento e proiezione. Trova ottima indicazione nell'area latero-nasale e negli zigomi dove lo ialuronico darebbe un esagerata proiezione (sono zone dinamiche, si muovono durante l'espressione NON devono essere gonfiate!)

Il radiesse trova indicazione nel trattamento full face del ripristino dei volumi del volto (dalle tempie al mento), nella rigenerazione delle mani per nascondere vene e tendini messi in evidenza dal riassorbimento sottocutaneo.

Il radiesse è il filler d'elezione per la tecnica di armonizzazione della linea mandibolare e mento messa a punto e brevettata dal Dr. Borbon PRO-FILL®

Ci sono zone in cui il Radiesse non si può iniettare?+

Si. Sono tutte quelle zone che invece necessitano di proiezione tridimensionale e non di distensione, ad esempio le labbra, in cui lo ialuronico è sempre la scelta migliore, a patto di essere il prodotto giusto ed iniettato con attenzione e buon gusto.

Che differenza c’è tra Ialuronico e Radiesse?+

L’acido ialuronico, in diverse declinazioni, è il componente più comune dei fillers e sicuramente il più utilizzato.

Il Radiesse è sempre un filler ma con un diverso componente che fa da principio attivo: l’idrossiapatite di calcio, che oltre ad essere un filler è anche un forte stimolante dell’auto-produzione di collagene. il Radiesse si può definire un filler avanzato.

L’acido ialuronico ampiamente e spesso impropiamente usato è un filler che serve a volumizzare e proiettare. Richiama molta acqua e tende gonfiare. Va bene per quelle zone che necessitano di proiezione (labbra, poco sugli zigomi etc) non ovunque!

Il radiesse invece non richiama acqua non gonfia ma distende, ottimo per quelle zone che non necessitano di volumizzazione (guance, linea mandibolare, tempie etc)

Quanto dura il Radiesse?+

Il Radiesse è un filler a lunga durata. L'effetto riempitivo e biorivitalizzante dura secondo la casa produttrice dai 12 ai 16 mesi.

Ricordiamo che ogni caso è un caso a sé stante.

PRO-FILL®

Che cos'è Pro-fill®?+

Pro-fill® è una tecnica di iniezione della linea mandibolare e mento messa a punto e brevettata dal Dr. Borbon.

Lo scopo di Pro-fill® è armonizzare in modo discreto ed efficace i volumi del volto agendo sul rapporto di angolazione tra mento, labbra e punta del naso. Pro-fill® inoltre agisce anche sulla linea mandibolare ripristinandone la continuità.



Che materiale si usa per eseguire Pro-fill®?+

Con Pro-fill® si inietta la linea mandibolare preferendo quasi sempre fillers avanzati (Radiesse ®) nelle donne per affinare il volto. Nei maschi invece un misto di acido ialuronico e Radiesse per dare maggiore proiezione e definizione della mandibola.

Che area viene trattata?+

Con pro-fill® viene trattata la linea mandibolare, il mento e la zona periorale per armonizzare le proporzioni dell’angolo mandibolare e del rapporto tra punta naso labbra e mento. 

Attraverso un unico punto di accesso sulla linea mandibolare per lato del volto si riesce a trattare l’intera area.

Viene usata una piccola cannula atraumatica che ci permette di intervenire senza arrecare traumi o ematomi nella zona trattata.



Quali vantaggi porta Pro-fill®?+

Uno dei vantaggi più comunemente riscontrati è il notevole incremento della fotogenicità, e dell'armonia del volto. Il risultato è estremamente discreto e sorprendentemente efficace allo stesso tempo in termini di armonizzazione del volto e dei suoi volumi. Ripristinando i volumi della linea mandibolare si allevia la percezione di un eventuale doppio mento.

Serve fare l’anestesia?+

Con Pro-fill® è sufficiente un’anestesia locale nell’area trattata somministrata nel punto di accesso.

C’è gonfiore o tempo di recupero dopo il trattamento?+

Il gonfiore è minimo, non essendo una zona dinamica-espressiva l’area mandibolare e il terzo medio tendono ad essere poco evidenti nel post trattamento permettendo un rientro al sociale pressoché immediato.

Quanto dura Pro-fill®?+

È consigliato rivedere il risultato dopo 12-14 mesi dal trattamento.

In quante sessioni si raggiunge il risultato?+

Solitamente è necessaria una sola sessione con una seconda di controllo e ritocco a 2-3 settimane dal trattamento. in casi più complessi di ritrazione mandibolare possono essere necessarie più sedute.

Oltre ad avere una linea mandibolare poco definita e il mento sfuggente ho un accumulo di grasso sotto il mento, che fare?+

In questi casi è ottimale abbinare a pro-fill una liposottomentoniera, intervento che si svolge ambulatorialmente e in anestesia locale. Dopo un mese si può fare pro-fill con risultati davvero sorprendenti.

Mi sono sottoposta ad un intervento di avanzamento mandibolare ma non ho ottenuto i risultati sperati, Pro-fill® mi può aiutare?+

SI, Pro-fill® è una tecnica che non solo può migliorare pregressi interventi maxillofacciali ma può esserne una valida alternativa, evitando spesso sia dolorosi e complessi interventi che il posizionamento di protesi facciali.

Lipofilling

Da dove viene prelevato il grasso?+

il grasso viene generalmente prelevato dai fianchi o dall’addome, in linea più generale viene prelevato dove ce n’è.

Per un lipofilling del volto bastano pochi cc che la maggioranza dei pazienti, anche se magri, hanno sui fianchi. Queste piccole quantità vengono aspirate mediante piccole canule disegnate appositamente per questo scopo e a livello del sito di prelievo non si nota nessun cambiamento.

Per quanto concerne il lipofilling del seno o dei glutei il volume del grasso da aspirare è più importante e non tutti i pazienti ne hanno a sufficienza. E necessario valutare di caso in caso la fattibilità dell’intervento in base alle proprie riserve corporee, al sesso, all’età e a svariati altri parametri.

Mi può servire mettere su qualche chilo prima dell’intervento?+

No. Il pool di cellule adipose che abbiamo è più o meno stabile dopo una certa età, quando ingrassiamo le cellule di grasso (adipociti) numericamente rimangono più o meno invariate ma aumentano di volume riempiendosi di trigliceridi e rendendo più difficile l’attecchimento dello stesso grasso nella zona di innesto.

Devo fare anestesia?+

Una leggera sedazione unita ad una mirata anestesia locale sono la combinazione migliore per il comfort del paziente. Per il volto può bastare solo un'anestesia locale. Quasi sempre il lipofilling viene svolto in regime ambulatoriale o di day hospital.

Quanto dura il grasso innestato?+

Difficile dire che qualcosa duri per sempre ma possiamo dire senza paura di essere smentiti che i nostri risultati sono molto durevoli nel tempo. I nostri pazienti tornano per controlli e sono soddisfatti anche a distanza di anni dall’intervento.

Che cos'è?+

il lipofilling è un innesto di tessuto adiposo autologo, in parole più semplici si preleva del grasso in quantità variabili e si inietta mediante piccole canule in zone che necessitano di volumizzazione, trofismo, miglioramento della qualità dei tessuti. Un vero e proprio filler di riempimento naturale, messo a punto usando esclusivamente i tessuti del proprio corpo.

Per cosa viene utilizzato?+

Il grasso è stato considerato in passato un tessuto da eliminare o smaltire. Al contrario la moderna concezione della chirurgia rigenerativa concepisce il grasso come un tessuto prezioso, fonte disponibile di cellule staminali e prezioso alleato.

Il grasso può essere utilizzato nel volto per restituire i volumi persi con l’invecchiamento o in seguito a forti dimagrimenti. Quello che facciamo nel lipofilling del volto non è altro che restituire ai tessuti il volume perso, riponendolo laddove si è riassorbito, lasciando i tessuti svuotati e cedevoli. Con la tecnica del NanoFat si può inoltre segmentare il grasso rendendolo iniettabile superficialmente con piccoli aghi per migliorare i tessuti rovinati dai danni solari e dal tempo, oppure per ridare tono a parti delicate come tempie o contorno occhi.

Il lipofilling ha grandi applicazioni anche per quando riguarda il corpo. Prelevando cospicue quantità si possono ottenere importanti aumenti di volume del seno o dei glutei senza cicatrici evidenti e con un effetto del tutto naturale. Non è trascurabile il fatto che in questi interventi oltre a aumentare i volumi si effettuano delle liposuzioni, andando a migliorare l’intera silhouette, facendo un vero e proprio rimodellamento.

Il trasferimento di grasso trova largo impiego nel trattamento delle cicatrici retraenti, nella correzione di interventi chirurgici che hanno lasciato sequele esteticamente non valide e nella ricostruzione mammaria.

Fa male?+

No. La zona di innesto, dove si posiziona il grasso, non è dolente ne durante ne dopo l’intervento.

Vengono fatti piccoli forellini che non necessitano di punti e con i nostri più moderni kit da lipofilling anche i lividi e il gonfiore sono limitati e durano pochi giorni.

Nella zona di prelievo del grasso, sopratutto per grandi quantità possono permanere un po’ di lividi (5-6 giorni) e un leggero indolenzimento per 1-2 giorni. 

Le limitazioni delle attività quotidiane, pur essendo ogni caso a sè stante, sono scarse e di poca durata.